partita bkn @ lac 87-71

Statistiche di gara

Staples Center di Los Angeles. Nba360 Finals - Game 6. I Nets volano a nella città degli angeli per chiudere la serie. I Clippers sono pronti a dare tutto per forzare gara 7. Inizio super equilibrato, e primo quarto che si chiude in parità 21-21. Irving orchestra alla perfezione, Chandler e Rondo giocano un pick & roll perfetto. 2/4 ancora in grande equilibrio, un paio di bombe di Mattews portano avanti di qualche lunghezza i Nets, ma Chandler non molla mai e tiene i suoi a contatto. A metà gara + 1 Brooklyn. Nel 3/4 Irving e Melo suonano la carica, è qui che i Nets scappano e mettono pressione ai Clippers che sono costretti a tenere in campo a lungo Chandler che, seppur pagando sul lato difensivo, in attacco commetterà errori gravissimi causa stanchezza e a inizio 4/4 permetterà ai Nets di scappare. Nel 4/4 gli ospiti reggono la pressione avversaria e con la solita precisione offensiva portano a casa la gara. MVP della partita e della serie un Kirye Irving autore di 27 punti (10/19 al tiro), 6 rimnalzi e 10 assist. Carmelo ne mette 26 con 10/17, Mattews e Favors 12 a testa, il secondo condisce con 4 stoppate. I Nets completano ilo repeat grazie ad uno strepitoso, immenso Irving. Melo si mette il primo anello al dito. Grandissima soddisfazione per Coach T che conclude per la terza volta la stagione con l'anello al dito. Una stagione strepitosa, con avversari strepitosi e competenti e corretti. Un grazie all'amico di sempre Soul, autore di una stagione spettacolare con i suoi Clippers al rientro, un grazie a Jejecb, Illore e Kassim avversari strepitosi. Grazie a tutti per la bella stagione e all'anno prossimo.

07/07/2014 - 00:18:14

Visualizza 5 commenti

partita lac @ bkn 81-98

Statistiche di gara

Barklays Center - Nba360 Finals - Game 5 La gara probabilmente più importante dell'anno. Pivotal sarebbe definita da un noto GM-Commentatore tv - Giornalista della lega. I Nets sono prontissimi, Melo e Irving a lungo a colloquio con Mattews prima del match hanno richiesto all'arcigno difensore un aiuto in più anche sul fronte offensivo per gara 5, hanno capito che soli non possono farcela. KG è concentrato nelle sue immense cuffie. I Nets come loro solito iniziano male, malissimo, i Clippers in contropiede sfruttano gli errori dei padroni di casa volando sul campo e portandosi anche a +8. A fine 1/4 però grazie a Irving i Nets rientrano e chiudono il primo parziale in svantaggio, 25-22 Clippers. Nel 2/4 i Nets segnano 29 punti e difendono con i denti, fuori fuoco Derozan, Singler non riesce stavolta a togliere le castagne dal fuoco per coach Soul che vede la gara sfuggirgli di mano. + 10 Nets al riposo. A metà 3/4 i Clippers provano a mettere pressione ai Nets con la difesa tutto campo, scelta punita dalla velocità di Irving che corre e scarica per un Melo autore di 15 punti solo nel terzo parziale. Si inizia l'ultimo periodo con i Nets in controllo, e questa volta un controllo che arriverà fino al termine. Grandissime prestazioni dei Nets: Carmelo Antony33 punti (12-22 al tiro), Irving 27 (10-14 al tiro) + 7 assist, Mattews 20 punti (9-13) finalmente autore di una prestazione importante, KH 12 punti. Nets autori di una gara offensivamente strepitosa, Clippers che questa volta non sono riusciti ad arginare il talento dei padroni di casa. Presto si giocherà gara 6 a Los Angeles, i Clippers sembrano decisi a forzare gara 7, cosa che i Nets hanno tutta l'intenzione di evitare. Un grazie a Soul per la battaglia e a presto per gara 6.

05/07/2014 - 15:59:11

partita bkn @ lac 110-113

Statistiche di gara

Partita meravigliosa, degna delle migliori finals possibili, conclusasi al terzo overtime, con cambi di vantaggio repentini ed azioni epocali. I Clippers faticano a stare dietro ai Nets, in particolare a trovare con continuità la via del canestro con i propri piccoli, dunque coach soul gioca la carta Kyle Singler. La bionda e bianca guardia di Los Angeles giocherà una gara insensata, lanciandosi in acrobazie degne del miglior Vince Carter, e segnando triple importanti con la precisione di un cecchino. Singler sarà coadiuvato da un Chandler in versione scorer implacabile, autore di 24 punti con 11/15 dal campo. Rondo giocherà una gara sontuosa per consistenza ed efficacia, smistando ben 18 assist. Per i Nets, Irving è semplicemente immarcabile, e Melo segna canestri importanti con la classe di un campione. Tuttavia, al terzo overtime, una giocata difensiva di Chandler vanificherà il pareggio di Irving, e dalla lunetta Anderson non sbaglierà i liberi che daranno la vittoria ai padroni di casa. Ci prepariamo adesso per una gara 5 infiammata in quel di Brooklyn, dove proseguiranno delle finals fino ad ora stupende.

04/07/2014 - 00:34:43

partita bkn @ lac 94-83

Statistiche di gara

Los Angeles - Staples Center - Nba360 Finals - Game 3 I Nets volano a Los Angeles dopo essere stati battuti in una grande battaglia in gara 2, e sono decisi a riconquistare il fattore campo in una delle due partite fuori casa. Inizio tragico per i Nets, umiliati per tutto il 1/4 dalla difesa di Chandler e compagni, Irving ha sbattuto contro il muro avversario e i Nets chiudono il primo parziale sotto 26-16. Clippers che sfruttano i numerosi errori dei Nets per volare in contropiede e portarsi avanti nella gara. Nel 2/4 Brooklyn rialza la testa e inizia a giocare meglio, entra in campo anche Kg accompagnato da uno scongelato Ajinca. I lungo francese, incredibilmente, difenderà con i denti e negherà un paio di conclusioni avversarie ed i Nets si riportano sotto con un parziale di 26-19. La rimonta è compiuta nel 3/4, parziale di 31-22 per gli ospiti che non sbagliano più e si portano avanti. Nel 4/4 la difesa ospite serra le fila e nega facili conclusioni agli avversari,Favors si va trovare sotto canestro per alcune conclusioni facili e il match si chiude con i Clipper che cercano una rimonta che non arriva. Prestazione come sempre spaziale di un inarrestabile Irving da 33 - 5 rimbalzi e 9 assist. Melo aiuta con 28 e Garnett con 10+9. Ancora fuori fuoco il cecchino Mattews, che però fa sentire la presenza in difesa su un Derozan comunque da 21 punti. I Nets vincono la partita grazie a un maggior numero di rimbalzi offensivi nel momento topico del 3/4, ma sono comunque autori di una seconda parte di gara magistrale. Un grazie al mio avversario e a presto per gara 4.

03/07/2014 - 11:50:36

partita lac @ bkn 91-88

Statistiche di gara

Una gara 2 di altissima intensità. I Clippers fanno dei piccoli aggiustamenti per prepararsi al match, modifiche che porteranno i loro frutti. La marcatura su Melo e Irving è asfissiante, ma nonostante questo, il play dei Nets distruggerà la difesa avversaria concludendo la partita con 42 punti. La difesa dei Clippers si farà sentire però rompendo la costruzione degli schemi avversari, e causando numerosi turnover. Melo oggi non è in forma, e sbaglia spesso dalla distanza, ben marcato da Kirilenko, e faticando in penetrazione grazie alla fisicità dei lunghi avversari. Per Los Angeles, brillante partita di Derozan, che si scrolla finalmente di dosso la maledizione che lo ha colpito a partire dalla serie contro i Pelicans, sfoderando una prestazione di alto livello. Griffin è impeccabile, e Chandler giocherà una gara molto precisa, segnando gli ultimi punti fondamentali. I Nets sono sempre sotto, ma rimangono comunque incollati alla partita per 4/4. Nel finale, Irving metterà paura ai Clippers con il suo strapotere offensivo, ma Tyson sarà bravo a insaccare alcuni canestri da sotto, lasciando Los Angeles sempre avanti. Nel finale, Melo e Irving avranno tre opportunità di pareggiare l'incontro, ma ben marcati dalla difesa degli ospiti, vedranno i loro tiri sputati dal ferro, e con questi sarà vano ogni tentativo di pareggio. Si tratta di una vittoria fondamentale, in casa dei Nets, che ci dà fiducia per affrontare gara 3 di fronte al nostro pubblico. Forza così!

28/06/2014 - 12:52:10

partita lac @ bkn 84-93

Statistiche di gara

NBA 360 FINALS - GAME 1 Al Barklays Center si gioca gara 1, Blake Griffin arriva con tuta e cuffione alle orecchie, molto concentrato. Melo arriva con il sigaro di rappresentanza mentre il capitano Kirie Irving è molto concentrato, sa che dovrà dirigere le danze offensive del team di casa nelle sue seconde Finals consecutive. Pronti via il 1/4 è equilibrato, ottime azioni da entrambe le parti, difese forti, Derozan inizia bene con 6 punti in poco tempo e dall'altra parte risponde Carmelo che pare essere in partita. Prima frazione che si chiude 21-18 per i padroni di casa. Nel secondo quarto forte impatto di Kevin Garnett che non sbaglia mai, il parziale vede i Nets staccarsi di altri 5 punti così al riposo i Nets son avanti di 9 lunghezze. I team sono carichi, Mattews stringe la marcatura su Derozan che inizia a soffrire offensivamente, Griffin è il solito splendido giocatore che limitato da KG in post, cerca di sfruttare la propria velocità per scappare alle grinfie difensive dei Nets. Nel 3/4 la gara va via ancora in equilibrio ma i Clippers si riportano man mano a contatto, tripla di Rondo spesso sfidato al tiro e i CLippers sono anche a - 3. Nel 4/4 entra in partita Irving, il capitano non sbaglia mai e gestisce alla perfezione l'attacco Nets, anche un paio di triple di Novak nei pochi minuti concessi a Melo per riposare pesano sulla partita, KG ha trovato la fonte della giovinezza e chiuderà con 14 punti, Favors lotta a rimbalzo ma saranno le star dei Nets a decidere il match con sapienza e intelligenza fino alla fine. Ultimo sussulto Clippers affidato a Luke Babbit scongelato negli ultimi due minuti, lo shooter ospite segna due canestri ma la pressione a tutto campo dei Clippers nel finale lascia strada libera a Irving che dalla lunetta non sbaglierà più. Partita intensa e combattuta fino alla fine, specchio di una serie che sarà certamente lunga. MVP Kyrie Irving con 30 punti, 10/18 al tiro, 10 assitenze. Carmelo aiuta con 29 punti, 10/15 al tiro, KG 14 punti, 5/5 al tiro. Tra gli ospiti Griffin ne segna 34 ma con un solo rimbalzo, Derozan 21 ma piuttosto impreciso al tiro. Un grazie al mio avversario ed arrivederci a presto per gara 2.

27/06/2014 - 11:51:15

Carmelo punta al titolo

Carmelo Antony arriva rilassato al Barklays Center per lo shootaround che precede gara 1 delle Nba360 Finals. Ha deciso di fumarsi un buon sigaro e strizza l'occhio alla telecamera in vista della sfida con i Los Angeles Clippers di coach Soulmover e Blake Griffin. Queste le sue parole prima dello shootaround. "Si sono pronto per queste finali, mi sento in forma, sono piuttosto riposato ma non ho smesso di allenarmi e so che con Kyrie al mio fianco nulla è impossibile. Non ci sono dissapori tra di noi, siamo tranquilli, sarà il primo co-MVP della storia delle Finals. Coach T ha grande esperienza, sa gestire le mie energie e mi affido completamente alla sua capacità di spronarmi nei momenti difficili. Il mio pronostico per le Finals? Tu mi stai chiedendo un pronostico per le Finals? Secondo te uno con un sigaro in bocca alle 14.00 può essere uno che pensa di poter perdere?? 4-0 e tutti a casa brotha!

25/06/2014 - 11:09:45

partita lac @ nor 86-85

Statistiche di gara

Una gara 7 meravigliosa, giocata con il sangue negli occhi e una grinta inimmaginabile. Win Or Go Home, epilogo inevitabile di una serie di altissimo livello. Blake Griffin gioca finalmente una gara stellare, la seconda dell'intera sfida, dopo una brillante gara 1. I giochi chiamati da Rondo sono sempre per lui, e Blake non delude, insaccando canestro dopo canestro, e facendo impazzire l'altra stella in campo, Anthony Davis. Griffin concluderà la partita con 32 punti e 8 rimbalzi, con più del 50% dal campo. I Pelicans giocano come sempre con grande classe, punendo sia dalla distanza che in paint. Ma i più cinici e asciutti Clippers non ci stanno a perdere, giocano sicuramente in maniera meno estetica, ma sono efficaci e agguerriti. Los Angeles riesce a portarsi in vantaggio di 10 punti, ma New Orleans la sa lunga, e ricuce il gap con alcune triple. Nel 4/4, la gara è punto a punto, fin quando una penetrazione di Carter nel finale non spezza le ginocchia ai Clippers, adesso sotto di -1. A pochissimi secondi dalla fine e con nessun time out disponibile, Chandler rimette a metà campo tra le mani di Derozan, contro una difesa schierata a tutto campo. DeMar corre all'impazzata, la passa a Kirilenko, che elude la difesa del lungo avversario e riesce a far canestro, col pallone che fino alla fine balla sul ferro. I Pelicans chiamano time out e hanno ancora un'occasione per portare a casa la serie. Carter, Batum e Davis sono marcati, la palla va quindi nelle mani di Waiters, che contro il più imponente Griffin fa partire un jumper dalla media insidioso. Il tiro lascia tutti con il fiato sospeso, sembra andare dentro, ma viene incredibilmente risputato dal ferro. E' vittoria Clippers! Una tensione indescrivibile crolla in un solo istante, e coach SoulMover insieme ai suoi ragazzi acquisisce finalmente la consapevolezza di essere arrivati alle tanto agognate finals. Adesso ci attenderà il più temibile degli avversari. Partiamo sfavoriti, ma questo potrebbe darci coraggio nel corso della serie, nella quale ogni punto sarà già una conquista. Onore a Baby, che ha sfoderato prestazioni di altissimo livello, e contro il quale ho giocato una gara 6 e 7 che rimarranno nella storia della lega. MVP SERIE: Tyson Chandler Il lungo dei Clippers merita l'MVP della serie, per la difesa asfissiante su Davis e per una gara 6 davvero sontuosa.

23/06/2014 - 23:21:07

Visualizza 1 commento

partita nor @ lac 78-82

Statistiche di gara

Gara estenuante, in cui le squadre sembrano scese su un campo di guerra, anziché sul parquet di una partita di basket. Il livello di intensità è mai visto, si lotta su ogni pallone come fosse l'ultimo, e alla fine la spunta il più fortunato. Il leitmotiv della serie è sempre lo stesso: i Pelicans brillano in attacco trovando sempre spazi sul perimetro e attaccando bene con i lunghi; i Clippers sbagliano da fuori ma nel pitturato sono immarcabili. Oggi Chandler è in versione Olajuwon. I primi 10 punti sono suoi. Tyson raccoglie ogni rimbalzo offensivo per poi insaccarlo, segna anche dei tiri e difende durissimo su Davis. Una gara eroica, che sarà determinante per la vittoria finale. Adesso le due squadre dovranno affrontare il match point, un epilogo ingiusto per chiunque uscirà, ma ormai inevitabile.

20/06/2014 - 22:51:25

Visualizza 1 commento

partita lac @ nor 60-86

Statistiche di gara

New Orleans Arena, la serie è stata impattata sul 2-2 e oggi ci si gioca molto. Inerzia tutta per i Pelicans dopo le due vittorie consecutive, ma i Clippers hanno il talento per ribaltarla. Buona partenza ospite infatti, primi minuti combattuti in cui spiccano Waiters da una parte e i big 3 dei Clippers dall'altra, ma già dagli ultimi minuti della prima frazione si inizia a intravedere quale sarà l'andamento della partita: in chiusura infatti segna Carter da 3 e si riparte nello stesso modo, con i padroni di casa in stato di grazia. Giocate offensive efficaci e una difesa galvanizzata dal vantaggio portano i Pelicans a dilagare, dopo il 2/4, nonostante i tentativi di Griffin e soprattutto del redivivo Redick, oggi il migliore dei suoi. Il vantaggio si allarga inesorabilmente sul +30 verso la fine del terzo parziale, una partita segnata dove i Pelicans sfiorano il 60% dal campo con 8/12 da tre, insensati; d'altro canto ai Clippers non riescono nemmeno le cose più semplici, incredibili alcuni errori di Griffin non da lui, finirà 3/11 al tiro. I Pelicans dunque gestiscono fino alla fine e portano la serie sul 3-2, ora si ritorna allo Staples; doppia doppia per Davis (17+10) e Wright (10+10), Rondo il migliore dei suoi con 10+5+6. Grazie a Soul per la gara, ci vediamo al prossimo atto! *********************************************************** MVP : Vince Carter con 22 punti, 3 assist e 8/10 al tiro.

15/06/2014 - 17:16:46

partita nor @ lac 83-76

Statistiche di gara

Staples Center, continua questa serie in cui il fattore campo è perennemente ribaltato con Gara 4, già decisiva visto che conferirebbe 3 match point ai Clippers. Tanti spazi sulla linea da 3 per gli ospiti, Larkin e Rivers però sparacchiando sui primi ferri non riuscendo a punire gli spazi; è comunque vantaggio per i Pelicans grazie all'ultimo tiro di Carter, nei Clippers buona partenza per Rondo che gestisce gli spazi concessi e riporta poi i suoi sul +5 di metà partita grazie alla complicità di Kirilenko. Il vantaggio potrebbe essere più grande, ma il bonus permette ai Pelicans di rimanere a contatto. Nella terza frazione il quintetto dei Clippers inizia a calar di colpi soprattutto a causa delle difficoltà di Griffin e Derozan, mai veramente in partita: ne approfittano Davis e compagni, in particolare la coppia Wright+Speights che ne segna 11 nel quarto. Si rimane punto a punto ma l'inerzia è tutta dei Pelicans, i 5 falli obbligano Griffin a difendere con attenzione contro un Davis in stato di grazia: la prima assoluta del 2012 cattura molti palloni e gioca bene in post nonostante il solito ottimo Tyson Chandler, aggiunto a un ritrovato Carter (21 punti) e all'importante Speights (10+6, quasi tutto nel secondo tempo), guida i suoi verso il pareggio della serie, propiziato proprio da un appoggio di VC e dalla precisione finale ai liberi. A nulla vale lo sforzo finale di Kirilenko (19 punti) e la grande partita di Rondo (20+5+8), la serata storta di Griffin e Derozan costa la partita ai padroni di casa. Grazie Soul per gara 4, si torna alla New Orleans Arena sulla parità. *********************************************************** MVP : Anthony Davis con 24 punti, 10 rimbalzi e 2 assist.

14/06/2014 - 18:08:42

partita mia @ bkn 82-85

Statistiche di gara

Eastern Conference Finals - Game 5 Al Barklays Center di Brooklyn arrivano gli Heat forti della vittoria in gara 3 e pronti e vendere davvero cara la pelle per allungare la serie. I Nets dal canto loro sono pronti e carichi e non vogliono sprecare l'occasione di chiudere la serie davanti ai propri tifosi. Pronti via, primo quarto shock per gli ospiti, i Nets giocano un primo tempo spettacolare, KG entra dalla panchina e segna 4 canestri incredibili, Irving è ispirato e Mattews pure, prima frazione che si conclude 28/15 per i padroni di casa. Nel secondo quarto la musica cambia, gli Heat giocano meglio e i Nets paio avere paura di segnare, la difesa degli ospiti si fa sentire, conclusioni marcate per Melo e compagni portano gli Heat a riportarsi sotto. Nel 3/4 si conclude il recupero di Miami che si porta anche avanti e la gara arriva al 4/4 in equilibrio. Melo pare svogliato e si accontenta di brutti tiri, Irving deve tenere in piedi la baracca da solo coadiuvato da un ottimo Favors. Mattews non trova mai spazi così è ancora Irving a spaccare in due la difesa, Tra gli ospiti però c'è Deng in grande spolvero sui due lati del campo, su uno annulla Melo e sull'altro segna con continuità. Il finale è una battaglia, nessuno dei due team molla il colpo, i Nets si trovano a + 5 palla in mano a 1 minuto dal termine, Irving ruba palla e si invola in contropiede a velocità smisurata ma viene stoppato in rimonta, palla a Miami che però sbaglia la tripla, ancora palla in mano Irving che da dentro la palla ma c'è un tocco, palla a Miami che segna il -3. La gara sembra finita, 30 al termine, Irving gioca con il cronometro la palla va a Melo che sbaglia il tiro, rimbalzo Miami e timeout con 7 dal termine. Un possesso pieno di vantaggio per i Nets che devono difendere sulla rimessa, palla a Ginobili, sulla ricezione el nason viene raddoppiato da Kg in aiuto a Irving e sarà costretto a sparare una preghiera da 9 metri che non entrerà. Serie chiusa, una serie stupenda, combattuta fino alla fine e molto più di quanto dica il risultato finale. Gli Heat sono grande squadra e ben guidata. Questa volta l'hanno scampata i Nets ma con alcuni ritocchi per l'anno prossimo questi Heat faranno ancora più paura. Nella serie hanno pesato moltissimo la difesa di Favors su Gasol, con limitazione del fenomeno spagnolo, e la difesa di Mattews su Ginobili nei primi 3 match. Dal 4 match in poi hanno pesato i cambi di marcature, Irving ha sofferto Ginobili in difesa e Melo è stato limitato da un Deng in grande crescita. I Nets tornano in finale, con un team molto diverso da quello dallo scorso anno, ma con un capitano coraggioso, Kyrie Irving, capace di grandissime imprese. Anche in questo match ha messo a referto 33 punti e 6 assist. Un Garnett in crescita fa ben sperare per l'ultimo atto della stagione. Il team è caldo e così i tifosi di Brooklyn. Un ringraziamento speciale a Kassim, Illore e Jeje che sino ad ora hanno giocato un ottimo basket. Onore a loro. Irving e Melo sono pronti per le Finals in attesa del loro avversario pronti a puntare al repeat.

13/06/2014 - 12:03:18

partita nor @ lac 84-73

Statistiche di gara

Staples Center, i Clippers iniziano Gara 3 dopo due gare dominate, in vantaggio 2-0 nella serie. La reazione rabbiosa dei Pelicans è scontata e non si fa attendere ma i Clippers hanno ancora inerzia dalle gare precedenti e guidano per il 1/4 senza eccessivi intoppi se non i due falli di Tyson Chandler. Meglio delle altre uscite i Pelicans, determinati a non subire una 3° sconfitta inaccettabile, nella seconda frazione gli ospiti si muovono meglio rispetto al solito e tornano a fare le cose semplici che hanno contraddistinto il successo della squadra: 29-16 il parziale e primo vantaggio oltre i 10 punti per i Pelicans. Nonostante la pessima partita di Carter, dalla panchina dà il suo apporto Speights (20 alla fine) muovendosi bene quando la difesa raddoppia e facendosi trovare pronto dalla media o da sotto; qualche rubata dà ritmo ai Pellicani che finalmente sembrano essere tornati se stessi, mentre i padroni di casa devono fare i conti con una pessima serata al tiro. Ottima gestione anche nel secondo tempo per gli ospiti che riescono a mantenere il vantaggio all\'incirca sulle 10 lunghezze per tutti i 18 minuti rimanenti: Griffin prende in mano i suoi ma non bastano lui e il solo Derozan, da dimenticare gli imprecisi Rondo e Kirilenko mai in partita. Male anche Carter, 4 su 16 al tiro e ancora fuori da questa serie, è sicuramente l\'indicatore delle persistenti difficoltà di questi Pelicans; sottotono anche Davis autore di troppi errori, merito della buonissima difesa di un rinato Tyson Chandler. Grazie Soul per il game, ci si vede per Gara 4! *********************************************************** MVP : Nicolas Batum con 17 punti, 5 rimbalzi, 3 assist, 2 rubate, 2 stoppate e 5/9 al tiro.

12/06/2014 - 21:55:21

Visualizza 1 commento

partita bkn @ mia 86-89

Statistiche di gara

Win or go home, Miami è con le spalle al muro dopo i 3 schiaffi presi nelle partite precedenti. Il match inizia con 5 minuti di ritardo perché coach Kassim si dilunga con i suoi giocatori in spogliatoio con un discorso alla Tony D’Amato (protagonista di quello splendido film che è Any Given Sunday). Gli Heat entrano in campo con gli occhi della tigre e sarà così per tutta la partita. Dall’altra parte i Nets non sono quelli delle prime 3 gare e solo a sprazzi fanno vedere ciò di cui sono capaci, probabilmente questo atteggiamento è dovuto al rassicurante vantaggio acquisito nella serie. Mills viene cavalcato molto e Irving alla fine gioca meno di 30’ e questo permette a Miami di stare ampiamente in partita per tutto l’incontro. I comprimari di Brooklin sono molto coinvolti (pure troppo come mi dirà coach T a fine partita) e la squadra ospite sembra comunque in controllo delle operazioni anche se le due stelle fanno meno del solito. C’è uno strappo in avanti dei Nets fino ad un vantaggio di 7 punti e per coach Kassim si staglia all’orizzonte uno swippone duro da digerire. A questo punto le tenta tutte e pesca dalla panchina il veterano Matt Barnes che con una bomba nel terzo quarto riporta i suoi ad un possesso pieno di svantaggio. Coach K estromette dalle rotazioni Rubio e nell’ultimo periodo si affida ad un quintetto pesante (Ginobili,Barnes,Deng,A.Johnson e Gasol) e la scelta paga in quanto la squadra fa un ottimo parziale (con 2 triple del sorprendente Barnes) e va avanti di 4 punti a 3’ dalla fine. E’ a questo punto che Teo si scatena e in un batter d’occhio la premiata ditta Irving-Melo mettono alla frusta la difesa di casa, di nuovo vantaggio Nets di 2 punti. Attacco dei ragazzi di South Beach che si stampa sul ferro, rimbalzo Nets che sembra sancire la fine, ma Martin fa un passaggio avventato, Deng recupera e segna con un layup di tabella. Teo subisce il contraccolpo e in attacco non trova più fluidità, la difesa di Miami tiene e portiamo a casa una vittoria complicata, ma molto importante. Difficile dire se siamo sulla strada giusta o se coach T si è concesso un turno interlocutorio, ma andiamo a Brooklin per fare l’impresa. Grazie come sempre al mio avversario per l'avvincente match!

11/06/2014 - 11:59:56

partita lac @ nor 86-77

Statistiche di gara

I Clippers escono vincitori dal campo di New Orleans, contro dei Pelicans affaticati e confusi. Ai ragazzi di coach Soul riesce tutto: la difesa è asfissiante, l'attacco in paint inesorabile, il contropiede non perdona. Per i padroni di casa invece riesce tutto difficile, in particolare marcare in maniera affidabile Rondo, che fa ciò che vuole nel pitturato, e si mostra puntuale anche dalla media. Gli ospiti vanno avanti di molte lunghezze, e nel terzo quarto entrano in campo le riserve. I Pelicans si risvegliano, e i titolari ritornano dentro, per dare battaglia fino alla fine. Nonostante qualche patema per una possibile rimonta, LA amministra il proprio vantaggio, ed esce vittoriosa dal campo dei Pelicans. Adesso si vola a Los Angeles, pieni di entusiasmo ma decisi a non mollare la presa.

10/06/2014 - 22:24:24

partita bkn @ mia 91-80

Statistiche di gara

Eastern Conference Finals - Game 3 A Miami arrivano Melo e Irving dopo l'exploit di gara 2, non è necessaria una vittoria ma sicuramente i Nets proveranno a vincere. Ottimo inizio degli Heat che concludono un 1/4 ad altissimo punteggio 26-21 il parziale per i padroni di casa. Per loro funziona tutto a meraviglia, Ginobili porta spesso palla e sfrutta il vantaggio fisico su Irving, Deng toglie la castagne dal fuoco in un paio di occasioni, ma i Nets sono vivi, a - 5 e coach T è soddisfatto dell'inizio dei suoi. Il secondo quarto vede i Nets ribaltare l'inerzia della partita, KG entra in campo con convinzione, Irving smista per i compagni e così i Nets chiudono il 2/4 con un parziale di 24-16 trovandosi avanti a metà gara. Il terzo quarto fila via in equilibrio, la gara è tosta, ma inizia ad aumentare la pressione difensiva di Mattews e Garnett; il primo annulla Crawford ed il secondo annulla Gasol con 3 stoppate, sembra un giocatore ringiovanito quello che si vede in gara 3. Si arriva al 4/4 in equilibrio, ed è qui, nell'ultimo periodo che i Nets giocano in maniera splendida, tirando con il 70% dal campo e con il 100% da tre con un che sarà mortifero per i padroni di casa costretti a cedere gara 3 ai Nets di un Garnett sfavillante. Per lui saranno 13. 5 rimbalzi e 4 stoppate, basilari per l'andamento della gara. Irving ne mette 27 con 14 tiri e Melo 28 con 19 tiri. Buone prestazioni anche di Mattews con 9 punti e tantissima difesa e Favors che conquista 10 rimbalzi. Per gli Heat il migliore in campo risulterà Ginobili. Un grazie al nostro avversario per la partita e per la serie. I Nets hanno 4 match point ma con avversari come questo non è possibile abbassare la guardia.

08/06/2014 - 23:39:43

Visualizza 1 commento

partita lac @ nor 77-70

Statistiche di gara

Iniziano finalmente le finali di conference. Ad affrontarsi due GM che si conoscono e stimano da tempo. I Pelicans hanno assenze importanti, che rendono questa sfida impari per i rosters in campo. Ma Baby è GM esperto ed abile, e i giocatori in campo ci tengono a non sfigurare. La chiave della gara sarà un'ottima marcatura di Chandler su Davis e di Kirilenko su Waiters, capaci di limitare i due attaccanti avversari e di controbattere in attacco. Griffin non sprecherà nulla, giocando bene sia sotto canestro che dalla media, non dando così alcun punto di riferimento ai difensori avversari. Il tiro, come sempre per questi Clippers, entra solo in fasi alterne, ma l'attacco è comunque efficace e la difesa pressante. I Pelicans non riescono a trovare continuità con nessuno, e faticano al tiro, che sarà probabilmente l'ago della bilancia della serie. Ottimo Kirilenko in marcatura su Waiters e Carter, e bravo in attacco a segnare da fuori, in post e in avvicinamento, fondamentale in un frangente del 3/4. Il suo addio si farà molto sentire l'anno prossimo. I Clippers espugnano quindi New Orleans, e si apprestano agguerriti ad affrontare gara 2.

08/06/2014 - 15:45:42

Visualizza 1 commento

partita mia @ bkn 77-82

Statistiche di gara

Eastern Conference Finals - Game 2 Al Barklays Center si gioca la seconda partita della serie, gli Heat sono molto combattivi e dopo una prima partita a lungo in equilibrio crede nella possibilità di strappare una vittoria fuori casa. Inizio sfavillante dei gli ospiti, ma il gioco è soprattutto difesa e le conclusioni sono spesso forzate e i canestri arrivano spesso, da entrambe le parti, da rimbalzo o seconda chance. La gara vede sempre Miami davanti, di una media di circa 5 punti, ma gli Heat non riescono mai a segnare l'affondo decisivo. Così si arriva agli ultimi minuti, i Nets mettono la testa avanti a circa 2 minuti dal termine con una tripla di Irving, solito extraterrestre, dall'angolo che segna il +1 Brooklyn. Gli Heat attaccano a testa bassa e si riportano in avanti, ma sarà ancora Irving a segnare il vantaggio dei Nets. Ultimi secondi, azione convulsa in attacco, Mattews tocca la palla dalla mani di Ginobili che la riprende e riesce a scaricare sotto canestro per Gasol che incredbilmente pressato dai due lunghi di casa Kg e Favors sbaglia il layup, cos' palla a Irving che segna i liberi della sicurezza. La gara è stata tesissima, le difese fortissime, gli Heat hanno tolto ogni opzione offensiva ai Nets che hanno dovuto affidarsi per l'80%delle conclusioni alle proprie star. Irving ha risposto da vero condottiero segnando 38 punti in 29 conclusioni mentre Melo ha segnato 28 punti con 21 conclusioni. Il resto è il nulla per questi Nets se non tanta tanta difesa di Mattews e Favors che in area si sente davvero tantissimo con stoppate e fisico. I Nets sono avanti 2-0 ma gli Heat hanno dimostrato di poter stare a contatto fuori casa per due partite, il che lascia la serie apertissima. Ago della bilancia della serie, per ora, oltre ai fenomeni dei Nets, la difesa asfissiante di Mattews su Ginobii, che seppur autore di pregevoli partite, è stato fortemente limitato dal cagnaccio Wesley. Un grazie a Kass per la partita, e ci si vede a Miami

07/06/2014 - 17:08:31

partita mia @ bkn 72-83

Statistiche di gara

Eastern COnference Finals - Game 1 Al Barklays Center arrivano gli Heat di Ginobili e Gasol, team ottimamente guidato da Gm esperto con giocatori esperti. Melo e Irving hanno in progetto di arrivare in Finale, e pertanto sono pronti a tutto. L'inizio è targato Heat che si portano in vantaggio 14-7, complici alcuni rimbalzi offensivi di troppo che non piacciono a coach T. Timeout Nets e partita che cambia. I Nets si riportano a contatto e li resteranno fino a metà gara. Secondo quarto intensissimo con attacchi spettacolari, canestri continuati da entrambe le parti e gandi difese. Nel 3/4 i Nets esprimono al massimo la pressione difensiva, ciò permetterà ai padroni di casa di creare un gap di 10 punti che cercheranno di gestire per tutto il 4/4. Secondo quarto targato Irving, indiavolato, e terzo quarto targato Melo e KG. Nel 4/4 i Nets tengono botta al tentativo di rientro degli ospiti, proteggono il pitturato e vanno bene a rimbalzo, così gara 1 si chiude con una vittoria Nets. Gli Heat hanno giocato una partita pregevole, e la serie sarà certamente lunga e impegnativa, ma i Nets hanno cominciato con il piede giusto e Melo ha tutta l'intenzione di giocarsi le prime Finals della propria carriera. Stay Tuned, serie intensa tra i due team in arrivo. Grazie al mio avversario per il bel match.

06/06/2014 - 00:23:40

partita min @ nor 73-81

Statistiche di gara

New Orleans Arena, questa fantastica serie arriva alla necessaria conclusione, sul 3-3 deve essere decretato un vincitore: GARA 7! Fantastico George, migliorato di partita in partita anche quest'oggi guida i suoi sul +5 della prima metà nonostante il 7-0 iniziale dei Pelicans; bene anche Anthony Davis e Norris Cole, la partita ricalca l'andamento dell'intera serie con un intaccabile equilibrio senza dare alcun segnale di chi possa uscirne vincitore. La chiave di volta è nel 3/4: iniziano a essere limitati i palloni toccati da George, osservato speciale della difesa, e i T'Wolves sbagliano qualche tiro di troppo da dietro l'arco permettendo ai padroni di casa di tentare una piccola fuga sul +6: incredibili gli errori di Curry, vero protagonista in negativo della giornata. Davis e compagni cercano di mantenere il vantaggio anche nell'ultima frazione nonostante dei grossolani errori da entrambe le parti, come palle perse banali e appoggi non trasformati in 2 punti. Ancora George prova un ultimo, disperato recupero e i Lupi arrivano sul -3, ma non basta: l'ennesimo protagonista che non ti aspetti arriva a salvare i Pelicans, Brandan Wright segna 6 punti in rapida successione tirando anche dalla media, dopo gli exploit di Larkin/Cole/Carter nelle precedenti gare anche stavolta c'è una inaspettata prestazione di un comprimario. Gli ospiti non riescono nell'ultima fatica e nonostante qualche libero sbagliato i Pelicans chiudono partita e serie. Come già detto da Vyger in Gara 6, è una serie che non merita un vincitore e uno sconfitto, entrambe le squadre avrebbero meritato di passare visto il grande equilibrio e la sana competizione in campo, dando il massimo ad ogni minuto: a deciderla sono gli episodi e non una netta supremazia. Ringrazio Vyger per la serie, durissima e combattuta, e un augurio di una buona offseason (non che il team abbia bisogno di molti ritocchi...). *********************************************************** MVP : Anthony Davis con 21 punti, 8 rimbalzi e 2 palle rubate. *********************************************************** MVP della serie : Vince Carter, nella grande coralità dei Pelicans è lui a guidare l'offensiva per larghi tratti della gara, è il vero metronomo di questo team rimaneggiato.

04/06/2014 - 23:47:35

Visualizza 1 commento
Contenuti meno recenti | | Contenuti più recenti