87
83
Type: 
Playoff
Season: 
2019/2020
Autore: 

Miami Heat 87 @ 83 Atlanta Hawks

Recap: 

State Farm Arena, i Playoffs degli Atlanta Hawks arrivano a uno snodo fondamentale sul 3-2 per gli avversari: win or go home, o si forza una Gara 7 epocale, o si saluta il pubblico di casa. Gli Heat son chiamati alla prova di forza dopo due vittorie di 18 e 20 lunghezze, ma con la consapevolezza che nulla è scontato visto l'andamento anche degli ultimi confronti più equilibrati di quanto dica il punteggio.

 

Williamson comincia bene sfruttando lo scarso minutaggio a sua disposizione, dunk e tripla per battezzare lo scontro e 9 punti totali nel 1/4 insufficienti però per tenersi dietro gli Hawks: squisito Tobias ancora una volta, rende al 110% questo ragazzo grazie anche alla regia di Ball che lo serve perfettamente, solo Olynyk con due jumper consecutivi rimette il tutto in parità sul 21-21.

Meglio gli Hawks nella prima metà, poco da dire, però la fuga non arriva mai: Aldridge con tutta l'esperienza accumulata in anni e anni dà un importantissimo contributo per allungare nuovamente fino al +3, Doncic risponde con una regia di livello ed è suo l'ultimo acuto per il 41-40 nel pieno dell'equilibrio di questa serie.

Queste partite possono essere decise anche in pochi attimi, basta una disattenzione o due ferri di troppo: in quattro minuti gli Heat si scrollano di dosso la difesa avversaria e piazzano un 14-2 letale, firmato in egual misura dal trio di stelle a disposizione degli ospiti. Timeout per fermare l'emorragia e per lo meno il divario si mantiene sui 7-10 punti fino alla sirena della terza frazione, baciata da Lonzo Ball con un tiro da metà campo che vale il 59-67.

Padroni di casa arrembanti, sanno benissimo che questi ultimi 10 minuti valgono una stagione e danno il meglio rosicchiando punto dopo punto lo svantaggio accumulato precedentemente: super Lonzo Ball, l'ex UCLA gioca in maniera aggressiva trovando spiragli e smistando assistenze, a 2 minuti dalla fine il tabellone recita 83-80 Heat dopo l'ennesima tripla di Harris che riporta a un solo possesso i suoi.

Succede l'impensabile, una azione caotica termina con una fagiolata in area, la palla rimbalza sulla testa di qualcuno e se la ritrova Olynyk che riesce ad appoggiare 2 punti vitali. Errore in attacco per gli Hawks e altro canestro subito al 24° secondo, stavolta da Doncic con un jumper dalla media. Pubblico ammutolito e incredulo di fronte alla chiappa fortunosa dei campioni in carica. Harris non molla mai, in un'azione scompensata l'ex Tennessee turnica su se stesso lanciando una preghiera dall'arco che vale comunque il -4 a 0:56 dalla fine, gli Heat sbagliano due volte ma Tobias non riesce a connettere i punti necessari a ridurre tutto il gap, con un sospiro di sollievo Doncic fa trascorrere il tempo verso la sirena finale ed è qualificazione per le finali di conference per gli Heat!

Ringrazio Giuse, giocatore ultra corretto (non per nulla mi pare sia il migliore per voti) ma anche il miglior difensore di questa lega, un vero piacere giocare questa serie.

MVP : Luka Doncic con 27 punti, 6 rimbalzi, 9 assist e 11/22 al tiro, 3/8 da tre.

MVP della serie : Luka Doncic con 22.3 punti, 4.8 rimbalzi e 5.8 assist di media.

Commenti

Ritratto di giusbarbi
Inviato da giusbarbi il Gio, 14/05/2020 - 20:56

È stata una grande serie, divertente e molto strategica. Giocata sui matchup, sfruttato ogni mismatch da parte di tutte e due le squadre. 
Ho seriamente creduto di potermela giocare.

Bravissimo Luca a trovare le giuste contromisure, in un crescendo notevole

Alla prossima!